Protocollo n. 1362: responsabilità previste ai sensi del d.lgs. 81/2008

Al Direttore Direzione Regionale Risorse Umane e Sistemi Informativi
Dr. Alessandro Bacci

Al Dirigente
e p.c. A tutti i Sindacati Ente regione Lazio
Ai R.L.S.
A tutti i Colleghi regione Lazio


Egregio direttore,
siamo certi che Lei sia al corrente che si risponde del delitto di omicidio colposo, con violazione delle norme sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro, quando il datore di Lavoro omette di nominare un responsabile del servizio di prevenzione e protezione dai rischi e non fornisca adeguata formazione e informazione ad un lavoratore poi deceduto per un incidente sul lavoro.
In sostanza, quanto emerge dalla sentenza n. 22552 del 23 maggio 2019, con la quale la Corte di Cassazione – Penale, sezione IV – ha dichiarato inammissibile il ricorso di un amministratore locale avverso la propria condanna per il reato di omicidio colposo.
In particolare, respingendo il ricorso del soggetto, la Cassazione conferma la condanna, scaturita a seguito della morte di un dipendente.
Nel dettaglio, questa organizzazione Sindacale a tutela di tutto il Personale Regionale, LazioCrea, nonché della cittadinanza che fruisce degli uffici della Giunta regionale chiede di conoscere chi siano i responsabili delegati, dirigenti e/o comunque i soggetti non provvisti di qualifica dirigenziale, che si occupano di interventi di manutenzione o movimentazione dei beni mobili o di facile consumo a cui è stata delegata la responsabilità prevista ai sensi del d.lgs. 81/2008 e con quale atti.
Il Segretario
( Valerio Secco )

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Se vuoi maggiori informazioni leggi la nostra informativa contenuta nella pagina Privacy.

Chiudi